Copa America 2016

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 16.06.16 - 06:15

10 i gol dell’Argentina in 3 partite: è il miglior attacco del torneo, poi Cile e Brasile con 7 reti
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 17.06.16 - 05:45

Coppa America, super Dempsey trascina gli Usa contro l'Ecuador (2-1) e in semifinale


In attesa di Leo Messi e delle altre stelle, Clint Dempsey si candida al ruolo di miglior giocatore del Centenario, trascinando gli Stati Uniti in semifinale grazie alla vittoria per 2-1 contro l'Ecuador nel primo quarto di finale. Un gol, il terzo nel torneo, l'assist per il bis americano di Zardes, Dempsey è la fotografia della Nazionale plasmata negli anni da Jurgen Klinsmann, poca qualità ma grinta, organizzazione e concretezza. La Tricolor invece delude dopo l'ottimo girone di qualificazione, mai in gara sino al 70', poi innesta le marce alte con Montero e Valencia, va a segno con Arroyo, spreca due occasioni con lo stesso Valencia, mandando in crisi gli americani. Troppo tardi: Stati Uniti avanti in attesa dell'Albiceleste, nettamente favorita contro il Venezuela.


APRE DEMPSEY, ECUADOR IN DIFFICOLTA' - A Seattle (CenturyLink Field) prima gara che concede il pass per le semifinali del Centenario. Americani con il 4-4-2, Besler terzino destro per lo squalificato Yedlin con Bradley in regia e il dollaro sulla qualificazione puntato come al solito su Clint Dempsey, che gioca nel giardino di casa (dal 2013 è ai Seattle Sounders, Mls). Nella Tricolor c'è il terzetto di proiettili Antonio Valencia, Arroyo e Jefferson Montero alle spalle di Enner Valencia, due reti e altrettanti assist nella fase a gironi. L'avvio è a ritmi sostenuti, statunitensi che provano a costruire (non la specialità della casa) per le accelerazioni delle punte Dempsey e Wood mentre l'Ecuador è compresso in 35-40 metri, recupero palla e rapide ripartenze. Ma gli americani al 20' vanno in vantaggio: dopo l'ennesimo strappo di Wood, Jones crossa per Dempsey, che insacca di testa, tra Paredes ed Erazo. Terza rete nel torneo per lui. La Tricolor, prima nel girone sudamericano che regala l'accesso a Russia 2018, accusa il colpo, con Dempsey vicino al bis pochi minuti dopo ma è Wood con i suoi movimenti senza palla è creare apprensione ai difensori ecuadoregni. Al 42' Dempsey mette Bedoya davanti al portiere, tiro debole, occasione sfumata per il raddoppio, meritato, degli Stati Uniti che però rischiano, con Arroyo che spara su Guzan, in pieno recupero.


ANCORA CLINT, POI MONTERO SHOW MA NON BASTA - L'Ecuador esce bene dai blocchi nella ripresa, Enner Valencia manca per un soffio il tocco di testa davanti alla porta Usa. Ma la svolta arriva dall'arbitro colombiano Roldan: al 5' Antonio Valencia, già ammonito, scalcia Bedoya, espulso assieme a Jones, per l'americano rosso diretto per una mano in faccia a Paredes. L'altro cambio di marcia alla gara arriva ancora da Dempsey, che con un tiro-cross mette Zardes a dieci centimetri dalla porta per il 2-0 degli statunitensi. Ma non è finita. Al 27' la Tricolor si accende con la rete di Arroyo, destro potente da fuori area. Poi Klinsmann tira fuori il copione del successo contro il Paraguay, fuori Dempsey, dentro un centrocampista ma rischia: Montero per Valencia, colpo di testa fuori di un soffio. Azione che si ripete un minuto dopo. E' un'altra partita, l'Ecuador si conferma squadra di striscia, che si alimenta d'entusiasmo. Nel finale Jefferson Montero è ancora una furia sull'out sinistro, il nervosismo sale sulle due panchine, gli statunitensi cercano di guadagnare metri con le ripartenze, ma senza Dempsey è tutto più difficile. Il pubblico trema su Brooks che quasi mette di testa nella sua porta. Ma finisce così, americani avanti con merito, tanti rimpianti per la Tricolor.



USA - ECUADOR 2-1 (1-0)

Usa (4-4-2) B.Guzan, G.Cameron, M.Besler, J.Brooks, J.Jones, M.Bradley, F.Johnson, A.Bedoya (35'st G.Zusi), G.Zardes (48'st S.Bimbaum), C.Dempsey (29'st K.Beckerman), B.Wood. (10 D.Nagbe, 12 T.Howard, 14 M.Orozco, 16 P.Kitchen, 17 C.Pulisic, 18 C.Wondolowski, 21 E.Castillo, 22 E.Horvath). All. J.Klinsmann.

Ecuador (4-2-3-1) A.Dominguez, W.Ayovì, J.Paredes (37'st J.Ayovì), F.Erazo, A.Mina, C.Noboa (16'st F.Gaibor), C.Gruezo (25'st C.Ramirez), A.Valencia, M.Arroyo, J.Montero, E.Valencia. (1 M.Banguera, 9 F.Martinez, 12 E.Dreer, 14 A.Mena, 15 P.Larrea, 19 J.Cazares, 20 R.Arboleda, 21 G.Achilier, 23 M.Bolanos). All. G.Quinteros.

Arbitro: W.Roldan (Colombia).

Reti: nel pt al 21' C.Dempsey, nel set al 20'
G.Zardes, al 29' M.Arroyo.

Ammoniti: nel pt al 37' A.Valencia, nel st al 6' A.Valencia, all'8' B.Wood, al 17' J.Paredes, 26'st A.Bedoya, al 39'st B.Guzan.

Espulsi: nel st al 6'J.Jones e A.Valencia.
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 17.06.16 - 05:46

Quarti di finale:

Stati Uniti-Ecuador 2-1
Perù - Colombia (18 giugno, ore 2)
Argentina-Venezuela (19 giugno, ore 1)
Cile-Messico (19 giugno, ore 4).
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 17.06.16 - 06:08

Entra nel vivo la Coppa America con la fase ad eliminazione diretta. Dopo la sfida tra Usa ed Ecuador, a East Rutherford va di scena il match tra Perù e Colombia. I primi sono stati i giustizieri del Brasile, mentre i secondi hanno passato il girone come secondi evitando l'insidioso quarto contro la corazzata Argentina. L'Albirroja vogliono, dunque, ancora sorprendere e puntare alla semifinale, i Cafeteros, vogliono il riscatto dopo la sconfitta contro la Costa Rica. Chi delle due vince dovrà fare i conti con la vincitrice di Messico-Cile. L'arbitro dell'incontro sarà l'argentino Loustau.

COME ARRIVA IL PERÙ - Sarà 4-2-3-1 per l'Albirroja con Gallese in porta, Corzo e Trauco sulle fasce, Ramos e Rodriguez in mezzo. Vilchez e Tapia in mezzo, Polo, Flores e Cueva sulla trequarti con Guerrero centravanti.

COME ARRIVA LA COLOMBIA - Stesso modulo per i Cafeteros con Opsina in porta, linea a quattro con Arias, Zapata, Murillo e Diaz. Perez e Torres cerniera di centrocampo, Cuadrado, Cardona e James sulla trequarti, Bacca sarà il centravanti.


LE PROBABILI FORMAZIONI

PERÙ (4-2-3-1): Gallese; Corzo, Ramos, Rodriguez, Trauco; Vilchez, Tapia; Polo, Flores, Cuev; Guerrero. All. Gareca.

COLOMBIA (4-2-3-1): Ospina; Arias, Zapata, Murillo, Diaz; Perez, Torres; Cuadrado, James, Cardona; Bacca. All. Pekerman
ARBITRO: Loustau (Argentina)
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 18.06.16 - 05:43

Coppa America, la Colombia supera il Perù ai rigori (4-2) e vola in semifinale



La maledizione di José Pekerman finisce con il tiro in tribuna di Carlos Cueva, la rivelazione del Perù che regala il pass per le semifinali del Centenario alla Colombia sulla Bicolor 4-2 ai rigori (0-0 nei tempi regolamentari), epilogo di una partita intensa, dai ritmi alti, ma con poche occasioni da rete. Per i Cafeteros termina la sequenza di eliminazioni nelle grandi competizioni internazionali ai rigori, l'ultima contro l'Argentina ai quarti di finale della Coppa America 2015. Aveva funzionato il piano tattico del ct del Perù Ricardo Gareca, messo il silenziatore all'attacco colombiano, isolando Bacca, mai in partita. Solo James, soprattutto nel secondo tempo, riusciva a incidere, sfuggendo a volte al controllo della difesa dei peruviani, che al 90' avevano anche un'occasione per vincere (colpo di testa del difensore Ramos a pochi metri dalla porta, miracolo di Ospina). Poi i rigori, il trionfo dei colombiani - solo due successi su 15 contro la Bicolor nella competizione - che attendono la vincitrice del match dei quarti di finale tra Messico e Cile. Per il Perù svanisce la terza semifinale in fila in Coppa America, con due terzi posti finali.

BACCA CI PROVA, PALO DI JAMES - Al MetLife Stadium di East Ruherford, New Jersey, che ospiterà anche la finalissima del Centenario, Perù e Colombia in campo con moduli speculari, due mediani davanti alla difesa a quattro e spazio alle ali, agli esterni che saltano l'uomo, Cueva per i peruviani, Cuadrado per i Cafeteros, per innescare i terminali Bacca e Guerrero. La punta del Milan comincia forte, al tiro dopo due minuti con parata di Gallese. Ma la partita decolla intorno al 10', con Cuadrado che salta l'uomo sulla destra, palla in area per James Rodriguez, tiro rimpallato e ripartenza peruviana fermata dalla difesa colombiana. E' la Colombia a fare gioco, difesa alta e palle filtranti per James e Cardona, il Perù si abbassa e riparte. Intorno al 20' magia di James: interno destro da fuori area, palo per il diez del Real Madrid. Poi è alternanza di ripartenze tra le due squadre e ritmi alti, qualche fallo tattico di troppo, con il Perù che prova a rispondere ai colombiani, poggiandosi sulla capacità di tener palla di Guerrero, senza mai sbilanciarsi. Sino al duplice fischio tanta intensità, nessuna occasione da rete.

ZERO GOL, AI RIGORI TRIONFO CAFETEROS, PERU' A TESTA ALTA - E lo spartito non cambia nella ripresa. Colombia avanti, Perù da ripartenze, anzi la partita è un po' più bloccata, s'intravedono solo tracce di talento, qualche apertura di James che mai sfugge ai radar dei mediani della Bicolor. Che vuole allungare la gara, portarla ai rigori. Le squadre si allungano per la fatica intorno al 75', nel Perù entra Ruidiaz, personaggio della settimana in patria per la rete che ha mandato a casa il Brasile e sfilato la panchina a Carlos Dunga, ma è Bacca per la Colombia a fallire l'aggancio davanti al portiere su lancio di Murillo. E negli ultimi dieci minuti mentre i selezionatori mandano in campo i rigoristi, è pressing colombiano, palla a James che salta l'uomo spesso e mette in area per Bacca, puntualmente anticipato dai centrali peruviani. Ma è il Perù in pieno recupero ad andare vicino al gol: miracolo di Ospina su testa di Ramos. Poi i rigori, gli errori di Trauco (parato da Ospina) e Cueva: Perù a casa a testa alta, Colombia tra le prime quattro, con Cile o Messico sulla strada verso la finale.

COLOMBIA - PERU' 4-2 ai calci di rigore (0-0) (0-0)

Colombia (4-2-3-1) D.Ospina, F.Diaz, C.Zapata, J.Murillo, S.Arias, D.Torres (35'st S.Perez), C.Sanchez, J.Cuadrado, E.Cardona (29' st D.Moreno), J.Rodriguez, C.Bacca. (3 Y.Mina, 5 G.Celis, 9 R.Martinez, 12 R.Zapata, 14 F.Aguilar, 15 S.Medina, 18 F.Fabra, 20 A.Roa, 21 M.Moreno, C.Bonilla). All. J.Pekerman.

Perù (4-2-3-1) P.Gallese, A.Rodriguez, A. Corzo, C.Ramos, M.Trauco, O.Vilchez, R.Tapia, A.Polo (36'st C.Benavente), E.Flores (32'st R.Ruidiaz), C.Cueva, P.Guerrero.
(4 R.Revoredo, 5 A.Balbin, 7 L.Da Silva, 12 D.Penny, 14 A.Afageme, 17 L.Abram, 21 A.Hohberg, 22 J.Cespedes, 23 C.Caceda). All. R.Gareca.

Arbitro: P.Loustau (Argentina).

Ammoniti: nel st al 17' R.Tapia, al 19' C.Zapata, al 23' F.Diaz.
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 18.06.16 - 05:43

Meridiano ha scritto:
17.06.16 - 05:46
Quarti di finale:

Stati Uniti-Ecuador 2-1
Perù - Colombia 2-4 ai rigori
Argentina-Venezuela (19 giugno, ore 1)
Cile-Messico (19 giugno, ore 4).
Ultima modifica di Meridiano il 18.06.16 - 05:44, modificato 1 volta in totale.
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 18.06.16 - 05:59

Le probabili formazioni di Argentina-Venezuela - Tata rivoluziona l'attacco

La sorpresa contro la favorita. Il terzo quarto di finale di Copa America mette di fronte Argentina e Venezuela, due squadre partite con obiettivi completamente differenti per questo Centenario e che adesso si sfidano. Rivelazione o colosso? Chi avrà la meglio?

COME ARRIVA L'ARGENTINA - Se prima dell'inizio della competizione l'Albiceleste era tra le favorite, adesso, dopo un girone dominato completamente con tre vittorie in altrettante partite, è la favorita. La numero uno. Gerardo Martino, però, ha avuto dei segnali alquanto positivi da alcuni giocatori nell'ultimo match e potrebbe optare per diversi cambi rispetto alla formazione mandata in campo nei primi due incontri. Innanzitutto salgono le quotazioni di Roncaglia, che potrebbe essere confermato a destra al posto di Mercado. Biglia, Mascherano e Banega sono sicuri di un posto a centrocampo. Ma nei tre davanti potrebbe essere rivoluzione. Da Gaitan-Higuain-Di Maria della prima partita al possibile Messi-Aguero-Lavezzi. L'astro del Barcellona adesso sta bene e partirà dal primo minuto. Ballottaggio tra il Pipita ed El Kun, mentre a sinistra giocherà quasi certamente El Pocho.

COME ARRIVA IL VENEZUELA - E' la vera sorpresa di questa prima parte di competizione. Una Nazionale giovane, messa insieme da Rafael Dudamel, nominato commissario tecnico appena due mesi fa circa. Tanta disciplina tattica e ottima fase difensiva, è così che la Vinotinto è giunta fino ai quarti di finale, mettendo in seria difficoltà anche il Messico. Per questo match pochi i dubbi per il selezionatore venezuelano. In porta ci sarà Hernandez, tra i numeri uno migliori dei gironi. Gonzalez e Feltscher agiranno sulle corsie in difesa, con Angel e Velazquez al centro. Nel 4-4-2 di Dudamel Penaranda, che al Granada gioca spesso da prima punta, viene spostato sulla fascia. In avanti, infine, spazio a Del Valle e la stella Rondon.

PROBABILI FORMAZIONI:

ARGENTINA (4-3-3): Romero, Roncaglia, Otamendi, Funes Mori, Rojo, Biglia, Mascherano, Banega, Messi, Aguero, Lavezzi. CT: Martino

VENEZUELA (4-4-2): Hernandez, Gonzalez, Angel, Veazquez, Feltscher, Guerra, Rincon, Seijas, Penaranda, Del Valle, Rondon. CT: Dudamel
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 19.06.16 - 05:45

Coppa America 2016, doppio Higuain e Messi nella storia: Argentina batte Venezuela 4-1 e va in semifinale



Un gol per la storia, un poker per la semifinale. Leo Messi raggiunge Gabriel Batistuta al primo posto tra i migliori marcatori di sempre dell'Argentina (54 reti). La sua rete è la terza dopo la doppietta di Higuain, finalmente a segno nel Centenario, e prima di quella di Lamela: l'Albiceleste batte per 4-1 il Venezuela e conquista la semifinale. A Houston nella notte tra martedì e mercoledì la Pulce e compagni dovranno vedersela con gli Stati Uniti.

A Foxborough, la casa dei New England Patriots, va in scena una partita a senso unico, quasi eccessiva la differenza di valori in campo, nonostante l'immenso cuore mostrato anche stavolta dalla Vinotinto. La fetta di americani in tribuna uno come Leo Messi non l'aveva ancora ammirato. Certo, si è goduta i lanci di Tom Brady, stella dei Patriots, Nfl, a un'ora di auto, a Boston, è saltata in piedi per Larry Bird, prima ancora per Bill Russell. Ma uno che trattasse la palla in questo modo non era mai passato nel Massachusetts. E' la stella del Barcellona a mandare in gol Higuain (fantastica rete in spaccata della punta del Napoli), è ancora lui a chiudere la gara nella ripresa - quarto gol nel torneo, capocannoniere con una sola partita giocata dall'inizio - e a servire Lamela per il poker argentino. In mezzo, tutto il campionario, finte, dribbling, serpentine, qualche pausa scenica, la chiavi per entrare e uscire dalla gara, lasciando sempre il segno.

PIPITA BIS, SHOW ALBICELESTE - Per i 60 mila del Gillette Stadium il Tata Martino sceglie Higuain, ancora a secco nel Centenario, al centro dell'attacco (Kun Aguero in panchina), con Messi e Gaitan a completare il tridente, senza Di Maria, ancora ai box. Nella Vinotinto conferma per la stellina Penaranda, con il torinista Martinez in appoggio a Rondon. La Pulce parte forte, semina avversari e mette fuori al 3'. E dopo aver procurato anche un paio di gialli, al 7' apre il compasso da destra in area per Higuain che in scivolata, di controbalzo, mette la palla sul palo lungo del portiere venezuelano. Combinazione da fantascienza, si sblocca El Pipita, vantaggio Albiceleste, Venezuela subito in balia degli avversari che vanno vicini al bis con Higuain dopo un clamoroso rigore non fischiato per un fallo da dietro su Messi. E mentre i venezuelani provano a scuotersi arriva il bis di Higuain, che sfrutta l'errato retropassaggio di Angel al portiere, dribbling e palla in rete. Partita virtualmente finita anche se Mascherano sbaglia nella sua trequarti e manda in porta Rondon, tiro parato da Romero. E lo stesso centravanti prende il palo pochi minuti dopo, mostrando l'orgoglio che ha spinto il Venezuela ai quarti, mentre l'Albiceleste va in pausa prolungata. Al punto che Romero a fine tempo atterra Martinez in area: rigore sprecato da Seijas con un improbabile cucchiaio che finisce tra i guantoni del portiere argentino.

PULCE GOL PER LA STORIA, LAMELA PER IL POKER - Al via della ripresa lancio sontuoso di Messi in profondità per Gaitan che non riesce a servire Higuain per il tris. La Pulce sente le gambe girare a dovere, sull'out sinistro salta in pochi centimetri tre avversari, prima di essere steso da Figuera. Il gol arriva poco dopo: altro errore in uscita della difesa venezuelana, assist di Gaitan per il dieci del Barça che segna e arriva a quota 54 reti con la maglia argentina, raggiunto Gabriel Batistuta, pagina di storia siglata con dedica. Ma la giostra non si ferma: Rondon accorcia al 25' per la gioia dei tifosi venezuelani, dopo qualche secondo in rete va Lamela, appena entrato, ancora su assist di Messi, in campo sino al 90' per l'ovazione del pubblico.


ARGENTINA - VENEZUELA 4-1 (2-0)

Argentina (4-3-3) S. Romero, G.Mercado, N.Otamendi, R.Funes Mori, M.Rojo, J.Mascherano, A. Fernandez, E.Banega (33'st L.Biglia), N.Gaitan (21'st E.Lamela), L.Messi, G.Higuain (al 27' st S.Aguero). (2 J.Maidana, 3 F.Roncaglia, 5 M.Kranevitter, 12 N.Guzman, 15 V.Cuesta, 21 J.Pastore, 22 E.Levezzi, 23 M.Andujar). All. G.Martino.

Venezuela D.Hernandez, O.Vizcarrondo, R.Feltscher, W.Angel, A.Guerra, T.Rincon (39'st J.Velazquez), A.Figuera, L.Seijas (9'st J.Anor), A.Penaranda, S.Rondon, J.Martinez (33'st Y.Del Valle). (1 J.Contreras, 3 M.Villanueva, 10 R.Otero, 21 A. Gonzalez, 14 C.Suarez, 16 R.Rosales, 19 C.Santos, 22 Y.Herrera, 23 W.Farinez). All. R.Dudamel.

Arbitro: R.Garcia (Messico).

Reti: nel pt all'8' e al 28'

G.Higuain, nel st al 14'L.Messi, al 25' S.Rondon, al 26'st E.Lamela.

Ammoniti: nel pt al 4' L.Seijas, al 26' N, Gaitan, nel st al 5' W.Angel, 16'st A.Figuera, al 30'st S.Rondon.
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 19.06.16 - 05:48

Coppa America, Cile a valanga sul Messico (7-0): Roja in semifinale contro la Colombia


La Roja è tornata. Forte, determinata, come l'anno scorso, e cerca il bis in Coppa America. Steso senza appello e in modo inaspettato il Messico, una lezione di calcio con un 7-0 finale. A segno quattro volte l'ex Napoli Edu Vargas (capocannoniere del Centenario con sei reti), Sanchez e doppietta di Puch per una partita senza storia, con la Tricolor travolta, fisicamente ed emotivamente dai cileni, forse ora unici antagonisti nella corsa al Centenario dell'Argentina di Leo Messi. L'equilibrio dura pochi minuti, poi è monologo della Roja, diretta da un fantastico Arturo Vidal - per l'ex juventino il neo dell'ammonizione (era diffidato) che lo esclude dalla semifinale contro la Colombia - mentre Vargas e Sanchez assieme hanno segnato nove gol nelle ultime due gare. Il Messico che aveva convinto tutti nel girone di qualificazione - e per molti addetti ai lavori era favorito - scompare troppo presto dal campo e chiude la striscia di 23 risultati utili in fila. Con Osorio in panchina avevano subito due reti in dieci gare.

PUCH, POI VARGAS, MESSICO IN CRISI - Al Levi Stadium di Santa Clara, California, invaso dai messicani, Tricolor con Ochoa in porta, il rientro di Guardado in mezzo, la rivelazione Corona e Lozano in appoggio al Chicharito Hernandez. Tra i cileni, Beausejour spostato sull'out difensivo sinistro a fare asse con Sanchez e in avanti Puch, esterno offensivo che giocherà la nuova stagione in Messico, al Club Necaxa. Proprio Puch, lanciato da Vidal, sfiora il gol al 9', con salvataggio in extremis della difesa messicana e poi va in rete al 15', tap in dopo la respinta di Ochoa su tiro dal limite di Diaz. I messicani si sbloccano solo dopo il vantaggio della Roja, provano ad alzare il baricentro allargando sugli esterni, Corona e Lozano. Ma il Cile respinge, attacca, vince tutti i contrasti. L'aggressività gioca un brutto scherzo ad Arturo Vidal, ammonito (era diffidato, niente semifinale con la Colombia) al 38' per una dura entrata su Duenas ma il Cile va il doppio dei messicani, Sanchez crossa in area per Vargas che anticipa Moreno e mette nell'angolo.

SANCHEZ GOL, POI ANCORA VARGAS, MESSICO TRAVOLTO - La sentenza sulla gara arriva in avvio di ripresa: grande combinazione tra Vidal e Sanchez su palla persa da Herrera e rete del Nino Maravilla, alla terza marcatura nel Centenario. Per i messicani non ci sono margini per rientrare, anzi arrivano il quarto e il quinto gol per la Roja, ancora con Vargas, che infierisce sulla retroguardia cilena. Al 60' è già tempo di garbage time, il ct del Cile Pizzi richiama in panchina Medel, altro diffidato di lusso. Il Messico se possibile rallenta ancora, mentre ma c'è Sanchez che cerca ancora la rete. È però è lo scatenato Vargas a centrare di nuovo il bersaglio, ribandendo in rete al termine di un'azione corale al 28'. E nel finale cileni a caccia del settimo gol. Ci riesce Puch, per lui è doppietta.


CILE - MESSICO 7-0 (2-0)

Messico (4-3-3) G.Ochoa, P.Aguilar, H.Moreno, M.Layun, N.Araujo, A.Guardado, J.Duenas (1'st C.Pena), H.Herrera, J.Corona, H.Lozano (1'st R.Jimenez), J.Hernandez. (1 J.Corona, 3 Y.Crona, 4 R.Marquez, 5 D.Reyes, 6 J.Torres, 11 J.Aquino, 12 A.Talavera, 17 C.Ramirez, 19 O.Peralta, 23 J.Molina). All. J.Osorio.

Cile (4-3-3) C.Bravo, G.Jara, G.Medel, M.Diaz, J.Beausejour (26'st M.Gonzalez), M.Diaz, C.Aranguiz, A.Vidal, E.Puch, E.Vargas, A.Sanchez. (3 E.Roco, 5 F.Silva, 9 M.Pinilla, 10 P.Hernandez, 12 C.Toselli, 13 E.Pulgar, 16 N.Castillo, 19 F.Orellana, 23 J.Herrera). All. J.Pizzi.


H. Lopes (Brasile).

Reti: nel pt al 15' E.Puch, al 44' E.Vargas, nel st al 3'A.Sanchez, al 6' e al 11' e al 28' E.Vargas, al 42' E.Puch.

Ammoniti: nel pt al 39' A.Vidal, nel st al 13' A.Guardado, al 18' M.Layun.
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 19.06.16 - 10:06

:intervista:

Dopo il rotondo successo dell'Argentina contro il Venezuela, Leo Messi ha parlato ai microfoni di Sky: "Sono felice di aver eguagliato il record di gol di Batistuta e di aver raggiunto la semifinale. Abbiamo disputato un'ottima partita, adesso testa agli Stati Uniti: sarà una gara tosta, sono una squadra solida ed organizzata. Dobbiamo prepararla al meglio".
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 20.06.16 - 06:13

SEMIFINALI
22 giugno Usa-Argentina
23 giugno Colombia-Cile

FINALE 3° 25 giugno FINALE 1° 29 giugno
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 20.06.16 - 06:14

MARCATORI 6 gol: Vargas (Cile), 4 Messi (Argentina), 3 Dempsey (Usa), Sanchez (Cile), Coutinho (Brasile)
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 21.06.16 - 11:58

Le migliori quattro del continente americano sono ormai designate: la Copa America Centenario ha le sue quattro finaliste. Le ultime due sfide che si sono giocate nelle prime ore di domenica hanno visto trionfare Argentina e Cile in un festival del gol. L’Albiceleste si è imposta con una larga vittoria sul Venezuela (4-1) in cui si evidenzia il ritorno al gol di Higuain in nazionale dopo un anno. Per il Pipita una doppietta seguita dai gol di Messi e Lamela mentre Rondon ha segnato il gol della bandiera. Una vera e propria goleada quella rifilata dal Cile al Messico: un 7-0 che non ammette repliche e che fa tornare a casa il Tricolor a testa bassa dopo un campionato comunque buono. A rovinare un po’ la serata della Roja l’ammonizione del diffidato Arturo Vidal che sarà costretto a saltare la semifinale.
Il vero protagonista della festa cilena è stato Edu Vargas che, grazie alle quattro reti segnate in questo incontro balza in testa alla classifica dei marcatori della Copa America con 6 gol. Gloria anche per Puch (doppietta) e Alexis Sanchez. Chi sarà il capocannoniere di questo avvincente torneo delle Americhe? E’ proprio il bomber cileno ad essere il favorito per ora con una quota di 1.22. Ora due giorni di riposo e poi dalle 2 italiane di mercoledì si riprenderà il rush finale verso l’assegnazione della speciale Copa.

La prima semifinale vedrà scendere in campo all’NRG Stadium di Houston i padroni di casa degli Stati Uniti contro l’Argentina. La notte successiva (ora 1 italiana) si giocherà l’altra gara tra Cile e Colombia al Soldier Field di Chicago
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 22.06.16 - 10:32

Coppa America, poker agli Stati Uniti: Messi e Higuain portano l'Argentina in finaleCoppa America, poker agli Stati Uniti: Messi e Higuain portano l'Argentina in finale

Leo Messi è un uomo in missione. E con lui l'Argentina, obiettivo Centenario, da alzare al cielo a New York domenica, a 23 anni dall'ultimo trofeo. Gli Stati Uniti stesi 4-0 in semifinale a Houston non sono stati - non potevano esserlo -, un ostacolo pericoloso per la Pulce e l'Albiceleste. Partita chiusa in meno di 50 minuti, superba prestazione del dieci del Barcellona, che su punizione si mette alle spalle Gabriel Batistuta diventando il primo marcatore nella storia della Nazionale (55 gol). In precedenza, assist per il gol in apertura di Lavezzi, poco prima del termine altra assistenza gratuita a Higuain (doppietta del Pipita), in mezzo il solito repertorio che ha tenuto lontano gli americani dal primo grande trionfo nel soccer. Ottimo comunque il torneo degli States, travolti da un avversario con un paio di marce in più nel motore. Per l'Argentina domenica a New York una tra Cile e Colombia (in campo stanotte, ore 2) con gli ovvi favori del pronostico.


Per un posto in finale nella Grande Mela, Klinsmann tracciava un copione difesa e ripartenze e palla a Dempsey senza alcuni pezzi dell'undici tipo (Wood, Bedoya e Jones squalificati, dentro Beckerman, Zusi e Wondolowski). Nell'Albiceleste Martino sceglie Lavezzi per Gaitan - anche lui fermo per squalifica -, poi il blocco che è arrivato in semifinale, con Messi ovviamente titolare e Di Maria in panchina, non ancora recuperato. Ma bastano tre minuti per il vantaggio argentino: lob di prima intenzione dal limite dell'area, una piuma di Messi per Lavezzi, difesa americana che sale perdendosi il Pocho, tocco di testa, scavalcato Guzan. L'impresa profetizzata da Klinsmann diventa una mission impossible. Salta il piano tattico americano, ora toccherebbe fare la partita ma l'Argentina è più compiuta rispetto al recente passato, Banega non fa avvertire l'assenza di Di Maria legando il gioco, consentendo a Messi di giocare più vicino alla porta. E la Pulce ne approfitta intorno al quarto d'ora, quattro avversari saltati in una ripartenza, tiro respinto, con Higuain libero a centro area. L'Albiceleste controlla, difesa a centrocampo e pressing alto in recupero palla, Mascherano tra Otamendi e Funes Mori in avvio d'azione. Gli Stati Uniti non escono dal bunker, nonostante lo svantaggio. Poi i pianeti si allineano al minuto 32: Messi da 22-23 metri su punizione, palla all'incrocio dei pali alla sinistra del portiere, record di reti con l'Argentina (55), quinta nel torneo, saggio di arte contemporanea a poche ore dal trentennale della rete del secolo di Diego Maradona ai Mondiali messicani contro l'Inghilterra. Albiceleste avanti di due reti, minuti di torello a due tocchi, gara virtualmente finita. Saltano anche i nervi: Guzan placca Lavezzi a gioco fermo, da rosso ma l'arbitro non vede, Pocho a terra, polemiche, un paio di capannelli. E anche Klinsmann a fine tempo va a far notare qualcosa alla terna arbitrale.

DOPPIO PIPITA, LAVEZZI S'INFORTUNA - La ripresa parte con un invasore che entra in campo e si inginocchia davanti a Messi, abbracciandolo, immagini censurate dalla tv americana. Klinsmann lancia il baby Pulisic, 17 anni, gol a grappoli nella squadra B del Borussia Dortmund. Ma al 4' l'Albiceleste stacca il biglietto per New York: volèe di Higuain su palla filtrante dalla sinistra di Lavezzi, parata del portiere, El Pipita spinge in porta, 3-0. Game, set, match. C'è tempo per alcuni infortuni in casa argentina che potrebbero pesare in finale, Augusto Fernandez, Rojo e soprattutto Lavezzi, che travolge un cartellone pubblicitario, problemi a un braccio. Messi va vicino alla quarta rete, girandola di cambi per preservare fiato e gambe. E a quattro minuti dal fischio finale ecco il poker argentino, con Higuain. Su assist di Leo Messi, ovviamente.


ARGENTINA - USA 4-0 (2-0)

Argentina (4-3-3) S.Romero, G.Mercado, R. Funes Mori, N.Otamendi, M.Rojo (38'st V.Cuesta), J.Mascherano, A.Fernandez (13'st L.Biglia), E.Banega, L.Messi, G.Higuain, E.Lavezzi (21'st E.Lamela). (2 J.Maidana, 3 F.Roncaglia, 5 M.Kranevitter, 7 A.Di Maria, 11 S.Aguero, 12 N.Guzman, 21 J.Pastore, 23 M.Andujar). All. G.Martino.

Usa (4-4-2) B.Guzan, G.Cameron, J.Brooks, D.Yedlin, M.Bradley, G.Zardes, K.Beckerman (14'st S.Birnbaum), F.Johnson, G.Zusi, C.Wondolowski (1'st C.Pulisic), C.Dempsey (32'st D.Nagbe). (5 M.Besler, 12 T.Howard, 14 M.Orozco, 16 P.Kirchen, 21 E.Castillo, 22 E.Horvath). All. J.Klinsmann.
Arbitro: E.Caceres (Paraguay)

Reti: nel pt al 3' E.Lavezzi, al 32' L.Messi, nel st al 4' e al 41' G.Higuain
Ammoniti: nel pt al 30' C.Wondolowski
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania

Re: Copa America 2016

Messaggio da Meridiano » 22.06.16 - 10:32

Semifinali: Argentina - Usa 4-0; Cile - Colombia
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Rispondi

Torna a “Calcio”