TARANTO CRISI: 2 PUNTI DI PENALIZZAZIONE IN ARRIVO

Moderatore: tarantocalcio

Rispondi [phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable
Avatar utente
DelfiniRossoblu
Pallone d'oro
Pallone d'oro
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10.01.07 - 19:48
Skype: uttheoriginal
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

TARANTO CRISI: 2 PUNTI DI PENALIZZAZIONE IN ARRIVO

Messaggio da DelfiniRossoblu » 25.11.11 - 10:38

Taranto, grana stipendi: bolla di sapone o reali difficoltà?

Il momento è alquanto delicato: il Taranto, secondo in classifica nel girone A di Prima Divisione, sembra viva un periodo di oggettiva difficoltà economica e che tale ristrettezza possa avere serie ripercussioni sull’andamento della stagione dei rossoblu, fin qui strepitosa. Nessuna notizia certa, ma le troppi voci che affollano i corridoi e riempiono i discorsi degli addetti ai lavori, dei giornalisti e degli appassionati tifosi non può non far alzare l’attenzione verso un patrimonio cittadino creato con profondo impegno e massima determinazione dalla famiglia D’Addario.

Le voci riguardano il presunto mancato pagamento degli stipendi dei giocatori per il trimestre luglio-agosto-settembre: il 15 novembre sono scaduti i termini per la regolarizzazione finanziaria nei confronti dei calciatori e, amministrativamente parlando, verso Lega e CO.VI.SOC. L’eventuale conferma di queste voci, certamente numerose ma per ora prive di reale riscontro, causerebbero una penalizzazione in classifica, già mutilata di un punto per il “caso Paoloni”.

L’ottimo cammino dell’undici rossoblu, nonché il prezioso corollario di tante dimostrazioni di spirito sportivo, umanità e professionalità di Prosperi & C. hanno compattato una città che negli ultimi anni ha vissuto davvero situazioni al limite della precarietà: il merito del presidente D’Addario di aver riportato il Taranto un orgoglio cittadino forse giustifica la reazione quasi isterica della tifoseria, attenta protagonista delle vicende pallonare nostrane. Nessuno sembra voglia credere che il giocattolo si sia rotto, comprensibile reazione inconscia di non voler rivivere le tante scottanti delusioni subite negli ultimi venti anni.

Tante voci, ma nessuna comunicazione ufficiale: la presidenza, unico canale autorevole, sembra voler delucidare la posizione della società in settimana. Attesissima è quindi una conferenza illustrativa che faccia capire la reale situazione societaria: il Taranto, come sostengono fermamente i tifosi, è un bene comune e come tale va difeso e aiutato.
da TUTTOMERCATOWEB

Avatar utente
DelfiniRossoblu
Pallone d'oro
Pallone d'oro
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10.01.07 - 19:48
Skype: uttheoriginal
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: TARANTO CRISI: 2 PUNTI DI PENALIZZAZIONE IN ARRIVO

Messaggio da DelfiniRossoblu » 25.11.11 - 10:39

CONFERENZA STAMPA TARANTO SU CRISI

CONFERENZA STAMPA*******V.D'Addario:"Il Taranto è una società che si autofinanzia. Le cessioni di Branzani e Di Roberto avrebbero dovuto essere incassate entro il 15/11 per il tramite del credito sportivo. Cosa che non è avvenuta. Avremmo dovuto prendere delle precauzioni ma non è avvenuto."
Avremmo dovuto avere soldi dagli sponsor che sono venute meno. La pratica col credito sportivo avrebbe potuto essere esperita prima ma non Facciamone un dramma. Prendiamoci questi due punti. La società resta sana e riesce ad autofinanziarsi
Da dicembre in poi si tornerà ad attingere dal patrimonio del presidente se la società non riuscirà a far fronte agli impegni
È giusto che sia qui per assicurare i tifosi. La famiglia D'Addario per il Taranto ha fatto tanto: la contingenza economica è evidente.
Mettere in discussione 40 anni di gestione di attività per 2/3 mesi di difficoltà non è giusto
Nel mercato di gennaio per tentare il salto di qualità.
Le difficoltà imprenditoriali esistono e vanno affrontate
Non sono previsti sacrifici. Non parte Chiaretti, non parte Sosa, non parte Coly. Proprio ieri il presidente ha detto chi si può prendere

Avatar utente
DelfiniRossoblu
Pallone d'oro
Pallone d'oro
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10.01.07 - 19:48
Skype: uttheoriginal
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: TARANTO CRISI: 2 PUNTI DI PENALIZZAZIONE IN ARRIVO

Messaggio da DelfiniRossoblu » 25.11.11 - 10:40

Non possiamo fare altro che prendere atto delle dichiarazioni di questa conferenza stampa.
Anche quando sotto sotto ci fosse dell'altro, il tentativo di "reggere" la situazione è meritorio e va nell'interesse del Taranto.
Questo conta: l'interesse del Taranto...che è l'interesse di tutti.

E' importante che l'intero ambiente resti compatto e serri i ranghi. Le diffocoltà restano...ma bisogna fare in modo di non ampliarle cedendo al caos e avanzando in ordine sparso.

Ora dobbiamo restare uniti, società, squadra, stampa e tifosi. Agitarsi non serve a nulla.

3 MOTTI UN PATTO


per D'Addario
"abbiamo fatto 30, facciamo 31"
Tocchi veramente il patrimonio personale per pagare gli stipendi della sola stagione corrente

per la squadra e gestione sportiva
"o la va, o la spacca"
Campionato della vita da vincere, dare tutto fino all'ultimo respiro

per la tifoseria e l'ambiente
"serrare i ranghi"
compatti uniti pronti a tutto, ci sarà sempre qualcosa da difendere, sia essa la B, sia essa la salvezza, sia essa la sopravvivenza

--------------------------------

Solo la promozione consentirà a D'Addario di cedere il Taranto e recuperare parte degli ingenti investimenti...uscendo di scena da vincente. Ciò garantirebbe anche la nostra sopravvivenza.

Avatar utente
DelfiniRossoblu
Pallone d'oro
Pallone d'oro
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10.01.07 - 19:48
Skype: uttheoriginal
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: TARANTO CRISI: 2 PUNTI DI PENALIZZAZIONE IN ARRIVO

Messaggio da DelfiniRossoblu » 25.11.11 - 10:41

SIAMO ANCORA QUI E CI SAREMO SEMPRE
di UT (the original)

L'11 aprile 1985 l'AS Taranto fu dichiarata fallita e cambiò denominazione in Taranto Football Club S.p.A.

Il 3 agosto 1993, dopo un nuovo fallimento che condannò la squadra al Campionato Nazionale Dilettanti, un gruppo di imprenditori locali fece nascere la A.S. Taranto 1906.

Il 15 luglio 1998, dopo la messa in liquidazione di quest'ultima, nacque la U.S. Arsenaltaranto.

Il 29 giugno 2000 la società fu ceduta ad una nuova cordata di imprenditori e si costituì la Taranto Calcio S.r.l..

Il 16 dicembre 2004, in seguito all'ultima asta fallimentare, viene costituita la Taranto Sport S.r.l., con conseguente restituzione del titolo sportivo da parte della FIGC.

Il 6 settembre 2009, Vincenzo D'Addario, rileva il 100% della società da Luigi Blasi, modificando la denominazione ufficiale in AS Taranto Calcio.

La morale della favola è che noi ci saremo sempre...perchè il TARANTO SIAMO NOI.

Come dicono i TS, chi non se la sente, si faccia da parte, viaggeremo leggeri...per chi resta SERRIAMO I RANGHI

Immagine

Avatar utente
DelfiniRossoblu
Pallone d'oro
Pallone d'oro
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10.01.07 - 19:48
Skype: uttheoriginal
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: TARANTO CRISI: 2 PUNTI DI PENALIZZAZIONE IN ARRIVO

Messaggio da DelfiniRossoblu » 25.11.11 - 10:42

Ora servono i fatti e vera trasparenza
CORRIERE DEL GIORNO




di Fulvio Paglialunga

Dunque il Taranto è in dfficoltà. Finito il tempo dei dribbling l'ha dovuto ammettere. Non c'è da vergognarsi: la società non fa calcio su un pianeta diverso da questo, l'imprenditore che ne è a capo non può essere l'unico esente dalla crisi mondiale. Argomenti semplici, che non smontano la sofferenza né evitano la disillusione (la piazza pensava di non doversi più confrontare con questi problemi), ma almeno sono chiari, indicano che si percorre una strada dissestata e chi ci vuol stare, può starci. E dicono che il futuro è in fondo a questo sentiero, se lo si riesce a percorrere tutto. Ecco, andavano detti: qualche giorno prima, forse pure qualche settimana fa. E' stato frettoloso il Taranto a rassicurare i giocatori di qualcosa che non poteva fare, a mettere in piazza sicurezze che non c'erano. Dovrà impegnarsi non poco per essere credibile nel futuro, sin dalle prossime scadenze per evitare il grosso rischio che alle parole squadra e città diano un peso relativo. Serviranno fatti. che poi sono soldi, stipendi, contributi. Ovvero: trasparenza vera. Che non vuol dire farsi fare i conti in tasca (ingeneroso e volgare), ma uscire dall'isolamento che ha anche portato pure qualche errore. La crisi è adesso, ma prima ci sono stati due anni fatti anche di investimenti sbagliati, di acquisti sovradimensionati, leggerezze: segnalate, ma ignorate. Pure gli ultras, da sempre dipinti come quelli che vogliono solo vincere con i soldi degli altri, chiesero serietà e programmazione, senza voli, con maturità. Questo Taranto ha scelto sempre di fare da solo. E da solo ha anche sbagliato, fino all'altro giorno. Se adesso l'orientamento cambia, potrebbe essere meglio. Mentre la società prova a risolvere i problemi di cassa, la città può stringersi moralmente intorno e continuare a fare quello che gli spetta: tifare. Si apra, il Taranto: parlino (di calcio, delle partite di tutto) i giocatori, anche tutti i giorni; parlino i dirigenti, quando c'è bisogno. Ognuno dica la verità quotidiana, ma soprattutto si faccia vedere. Ché starsene rinchiusi non è mai un bel segno. Con il sostegno delle gente e l'impegno di chi ci ha rimesso economicamente del suo (va riconosciuto), si può tornare alla normalità. Si possono persino rimontare le penalizzazioni. Occorre provarci, diventando complici.
P.S.: Volutamente sosteniamo che il compito della città, adesso, sia solo tifare. Perché chi poteva dare, ha dato: gli imprenditori che hanno aderito al progetto di partnership, i tifosi che hanno sottoscritto le card di fatto tramutandole in contributo dopo l'invalidazione, quelli che si sono abbonati e quelli che - come nessuno in questo girone - vanno allo stadio. Lo faranno ancora, ma anche loro, come il Taranto, come finanziatore del club, vivono su questo pianeta. In crisi, appunto.

Avatar utente
DelfiniRossoblu
Pallone d'oro
Pallone d'oro
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10.01.07 - 19:48
Skype: uttheoriginal
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: TARANTO CRISI: 2 PUNTI DI PENALIZZAZIONE IN ARRIVO

Messaggio da DelfiniRossoblu » 25.11.11 - 10:43


Rispondi
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Torna a “Taranto”